Blog: http://Controcorrente.ilcannocchiale.it

ATTENTI AL SITO "FANTASMA" 709!!!!!!!!!!

riceviamo da un giornale telematico e inoltriamo

ATTENTI AL SITO "FANTASMA" 709!!!!!!!!!! Una truffaldina vera estorsione circolante in internet

A proposito del.... sito "fantasma" 709.
Molti utenti hanno dichiarato per telefono a Radiocolori di essere stati gabbati dal sito fantasma" 709 del quale non si sono mai serviti o non volevano servirsi. Poichè le bollette da capogiro erano state emesse dalla Telecom, molti si sono rivolti alla Telecom,
ma ebbero solo evasive risposte e ingiunzioni di pagamento (more solito nello "stile" Telecom.....)
Spero che molti utenti ascoltino le "spiegazioni" di -Radiocolori - RAI 1- in onda tutti i giorni alle 12.30-13- sulle interferenze internet del 709, che appioppa tramite la Telecom bollette da capogiro. A Radiocolori si è parlato di rischio permanente 709, di un Daleo, responsabile Telecom, di enti di vigilanza e di garanzia, è intervenuta Donatella Pozzi da Torino, rivoltasi inutilmente più volte al 187, e con fax alla Telecom per avere il tabulato.... chiama e richiama, scrive e riscrive dal 25 marzo e non ottiene alcuna risposta, chiede inutilmente il codice di disabilitazione (per ben 4 volte) di 709 inutilmente. "Ci sono problemi per disattivare il 709" -rispondono alla fine-. "Le bollette sono gonfiate dal 709" -precisa la Telecom-... ma non posso farci niente!"
"Questi truffaldini intrallazzi -chiede Radiocolori- a quando risalgono?!" Inutili le denunce fatte alla Polizia Postale o al 187.
Da Avellino Domenico D'Andrea si lamenta della stessa cosa:.. il 187 dice che non è possibile disattivare il 709.
Poi il prof. Tampognano di Siracusa è in orbita da marzo 2000 per bollette gonfiate dal 709. Anche lui dice a Radiocolori che il 187 "non può farci niente"! Interviene un pezzo grosso della Telecom: "siamo molto..., dispiaciuti"! La disabilitazione gratuita non riesce (!!!!) a disabilitare il 709 ma è possibile, via Telecom, disabilitarla "a pagamento"!!!! Costo orientativo: 13.63 euro ma poi ha parlato di 4.34 euro di "canone bimestrale", per la disabilitazione. Si incorre però in attivazioni e disattivazioni... successive e alternate!!!!!. Poi prosegue: "Telecom sta... studiando il fenomeno da molto tempo... -da quando? chiede Radiocolori-....dal 1999, prima che saltasse fuori il 709. Ma allora?- chiede Radiocolori-... ci vuole "prevenzione", dice Telecom, andare per internet non è un giochetto da ragazzi.... ma Telecom, su richiesta, manda agli utenti rapinati un modulo da riempire per chiedere la disattivazione... a pagamento!. Poi entra in scena un avvocato e il commissario Malacorda. Si! dice; è possibile disabilitare... ma non in forma automatica e neppure permanente!!!! E non certo gratuitamente.
Ma il cliente... se vuole... può farlo. E qui si conclude la storiella tra reciproci battibecchi e interventi da azzeccagarbugli.
Poi interviene una certa Anna Marra che parla di... fisiologia e patologie internet precisando che Telecom si sobbarca... 25 milioni di utenti! La mia idea e il mio rimedio? Farsi dare dalla Telecom, volente o nolente, con le buone o  con le cattive l'indirizzo esatto di 709. (Se vuole lo rintraccia di certo, Telecom a chi li manda i soldi? Altrimenti dove vanno a finire?
E con quale diritto? Se li intasca lei?) Avuto quell'indirizzo, andarlo a trovare e scaricargli in testa sette colpi di pistola calibro nove lungo (non si sa mai!). Ma cosa fa lo Stato? Cosa fanno Enti e Associazioni varie a delinquere se non proteggere i farabutti? 
Non tengono forse il sacco ai ladri? Nel caso capitasse anche a voi avvertite della "faccenda" l'Autorità per la Informatica pubblica tallarita@alpa.it , l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - info@agcom.it , il Garante della Privacy Professor Rodotà garante@garanteprivacy.it  e la Polizia di internet polizia.comunicazioni@mininterno.it 
Cordiali saluti Adalberto della Spezia. 
 
Il giornale telematico ha effettuato una verifica chiamando il 187
ed ha chiesto se per caso la sua linea telefonica avesse mai avuto collegamenti con il "Sito fantasma" 709 e come può avvenire
di collegarsi inconsapevolmente ad un sito per il cui collegamento si paga sia il normale prezzo del traffico alla Telecom o ad altro proprio gestore telefonico, sia ad un altro gestore (motivo delle bollette da capogiro praticamente raddoppiate e spesso con tariffa di chiamata all'estero). Il 187, verificando il traffico di tre bimestri, non ha trovato alcun collegamento al 709 o ad altri tipi di siti a pagamento (perchè -ha spiegato- questi tipi di siti, non è solo il 709 ma ne esistono parecchi "in agguato", Telecom a richiesta degli utenti li individua dalla numerazione telefonica) e sono siti italiani e stranieri. Inoltre si tratta di siti particolari: pubblicitari, commerciali (fare molta attenzione a non collegarsi mai agli URL ed ai LINK contenuti nei vari messaggi spam di e-mail commerciali, pubblicitarie, erotiche, con offerta di studio di lingue straniere, vincita di viaggi premio, acquisti, vendite on line, suonerie, sms, cellulari, ai link dei "Remove", "Cancellami dalla lista", "Clik here for remove", "Se non vuoi ricevere ulteriori email Clicca qui" "Siamo a tua disposizione!" "Vuoi guadagnare stando seduto davanti al tuo pc?" "Ti regaliamo una occasione unica!", "Sei fortunato! Hai vinto un soggiorno all'estero!" ecc ecc che ricevete). Fidarsi solo dei Remove via e-mail non via link.
Attenti anche agli HOAX ("bufala informatica") vedi su http://www.fighters4web.com/pagine/testi/hoax.html 
E' consigliato di evitare i collegamenti sovracitati ma di prendere gli header dei messaggi di spamming, cercare su questi
il numero di ip con cui ha viaggiato il messaggio indesiderato e con questo trovare provider e relativi abbonati-mittenti sul sito
http://www.ripe.net/perl/whois?form_type=simple&full_query_string=
&searchtext=212.183.173.221&do_search=Search 
quindi inviare il tutto all'abuse del provider, (l'abuse lo trovate su questo sito), cui è abbonato il mittente evitando assolutamente contatti diretti sia con questo che con i link contenuti nell'e-mail ricevuta, aggiornare l'antivirus una volta la settimana ed evitare la linea ADSL.che è, in pratica, una porta sempre aperta ai maleintenzionati che vogliono entrare nel vostro pc allo scopo di prelevare dati, password, carte di credito ecc o di innestarvi virus informatici per impossessarsi di tutti i vostri dati, documenti, ecc ecc.

Pubblicato il 23/4/2003 alle 19.26 nella rubrica "Contropensiero".

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web