Blog: http://Controcorrente.ilcannocchiale.it

La madre dei Miserabili è sempre incinta e non abortisce mai .

 
La madre dei Miserabili è sempre incinta e non abortisce mai .
Questa è la loro libertà nella  democrazia .
Una vergogna .
 
 
Minacce ai pro americani.

Mercoledì 26/03 sono stato ospite a Tele Lombardia, in una trasmissione che
ha messo faccia a faccia i pro e gli anti americani. Mi sono schierato fra i
pro americani e indossavo una cravatta con la bandiera americana. Sono un
medico veterinario e lavoro presso un amico nel suo ambulatorio.

Stamattina il mio amico mi ha riferito che ieri sera si è presentato in
ambulatorio un albanese che non conosceva, che gli ha detto che dei suoi
amici, a seguito della trasmissione e di alcuni miei discorsi che hanno
sentito al bar di fronte all'ambulatorio (in cui mi sono chiaramente
schierato dalla parte degli americani), hanno deciso di INCENDIARE
L'AMBULATORIO!! All'ultimo momento, dopo aver scoperto che non sono socio
dell'ambulatorio (e probabilmente dopo aver saputo che il mio amico è di
sinistra) hanno rinunciato all'idea. Comunque, mi hanno mandato tramite lui
un chiaro messaggio intimidatorio: "non esprimerti più in merito,
altrimenti..."

Sembra che qui in italia se uno sposa le cause della sinistra viene
applaudito, mentre se osa esprimere opinioni a loro sgradevoli, viene
minacciato e fatto tacere! Ci troviamo di fronte ad un crescente clima di
intolleranza, fatto di intimidazioni e di terrore, che ricorda tempi passati
e non ha niente a che fare con la democrazia. Mi chiedo se sono l'unico a
subire queste minacce!

A presto, Eyal Mizrahi.
 
E ancora.
 
Al Magnifico Rettore dell'Università di Cagliari
 
Magnifico Rettore,
 
Le scriviamo riguardo ad una scandalosa e triste scoperta che purtroppo La riguarda.
 
Un non ben precisato signore ( che si firma con il ridicolo appellativo"Capo Ispettore") già da molto tempo invia email di insulti terribili e vergognosi alla famosa giornalista Deborah Fait, "colpevole" di essere ebrea.
Le email che questo individuo  manda sono assolutamente incresciose ed infatti , da molte parti, si sono già mosse delle indagini per scoprire l'identità di questa persona.
Sappiamo già che utilizza, per diffondere le sue oscenità al mondo, proprio un computer del Suo Ateneo.
 
Le inviamo qui alcune delle "perle" di questa persona che probabilmente "studia"  o "insegna" nel Suo Ateneo.
Ci rendiamo conto che non è colpa Sua se tra i suoi studenti si nasconde un simile abominio ma La preghiamo di riflettere su quanto leggerà e La invitiamo a prendere le misure che riterrà più opportune.
 
 
 
Ha scritto a Deborah Fait ...
 
"Salve ebrea di merda, lurida e sporca come tutti gli ebrei di merda, sei contenta della guerra ebreo_americana, vero? Sicuramente sì, ma prima o poi verrà il vostro turno, e la pagherete con lo sterminio. Ma quello che mi rassicura è che l'antisemitismo in Europa non crolla, hai visto quello che è successo allo sporco ebreo come te Paolo Mieli?"
 
"Lapidazione, ecco la pena per l'adulterio secondo la stessa Bibbia che secondo gli sporchi ebrei dovrebbe giustificare la nascita dello stato abusivo di Israele. E la signora Fait è un'adultera . Infatti dovete sapere che la signora Fait ha concepito un figlio fuori dal matrimonio, anzi, propio non è sposata. Lapidazione, gridiamo, lapidazione vogliamo!!!"
 
Ma riserva belle parole anche per i soldati americani...
 
"Salve ebrea di merda (...) hai visto che bella fine hanno fatto. Io rido delle loro mogli vedove, rido del loro dolore, mi esalto alla vista del sangue dei soldati americani, spero che i prigionieri vengano seviziati con scariche elettriche nei testicoli o con il taglio della lingua e di arti"
 
... propone anche tipologie di torture da riservare alle soldatesse americane...
 
"Salve sporca ebrea , l'altro giorno ho parlato della pena che tu, come adultera, meriteresti.
Paradossalmente io, Capo Ispettore,propongo di salvarti la vita , ma non posso salvarti dalla pena. Propongo pertanto un utile strumento per punirti, strumento che consiglio al comandante Hussein di utilizzare con le soldatesse americane prigioniere. Veniamo al dunque :prendere un ratto, vivo, e inserirlo nel tuo utero, sempre vivo. Poi cucire e lasciar fare al dolce animale. Mi scuserà il povero ratto se lo inserisco nel peggiore dei luoghi , ovvero nel luogo da dove una sporca ebrea fa uscire altri sporchi ebrei (spero sia in menopausa , adesso, vista l'età), chiaramente i ratti sono superiori agli ebrei , ma il povero animale deve capire che si sta sacrificando per una giusta causa : portare all'estinzione il popolo deicida."
 
... e propone una soluzione finale
 
"Gli ebrei devono spaprire dalla Palestina e dal Mondo"

Pubblicato il 31/3/2003 alle 10.54 nella rubrica "Contropensiero".

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web