Blog: http://Controcorrente.ilcannocchiale.it

Letterina di Strada a Dadullah

Letterina di strada a dadullah
Sabato 7/4 Gino Strada ha inviato all'amico Dadullah una letterina che pochi giornali hanno pubblicato.

 La lettera recita:
 
Dadullah mi rivolgo a te in spirito di pace e a nome di Emergency.
Emergencvy ed io personalmente facciamo appello ALLA TUA UMANITA',ai tuoi sentimenti profondamente religiosi nel chiederti di riparmiare la vita di
 Adjmal.
La sua liberazione sarebbe un importante segnale di UMANITA' e
COMPASSIONE
 
firmato Gino Strada

Qui veramente c'e' da porsi qualche domandina.
1. adesso che al povero Adjmal hanno tagliato la gola, Gino Strada trarra' la
 conclusione che questo e' stato un atto disumano?
 2. capira' che la religione professata dal suo amico Dadullah prevede e
raccomanda il taglio della gola? E piu' si e' religiosi, piu' gole si tagliano?
 3. ha capito che tale religione non risparmia gli <<infedeli>>
ma nemmeno i fedeli?

Mastrogiacomo, dalla sua dorata vacanza, aveva anche lui scritto a Dadullah
(che aveva visto, nel corso della sua prigionia, sgozzare l'autista) una
letterina altrettando edificante e' in nome di Dio del quale abbiamo tanto
discusso,mi appello alla vs. sensibilita' di mussulmani...........................

Anna

Pubblicato il 10/4/2007 alle 23.6 nella rubrica Vittime dei Pacifisti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web