Blog: http://Controcorrente.ilcannocchiale.it

Verdi come la pece



Verdi come la pece
 Gabriella Bianchi   

Capita di ritorno da un fine settimana di dare un passaggio in auto alla vicina di un neo senatore. Capita di fare discorsi da bar, sul governo, sulla politica, sull'ambiente... sul fratello del neo senatore che a sua volta è neo ministro.  La vicina del neo senatore si lamentava del suo condominio. Discorsi da bar. La pizzeria sotto casa sua ha imposto una canna fumaria ad altezza finestra della signora, quando la leggeprescrive che la canna debba essere alta diversi metri più del palazzo più alto nei dintorni. Hai voglia a scrivere, hai voglia  a lamentarti, diceva la signora. E allora che fa? conoscendo il neo senatore fratello del neo ministro per l'ambiente, che abita nello stesso palazzo al corso di Salerno, gli chiede: "Dài, perché non facciamo una battaglia?!". Ora: a Salerno, come in altre città, domenica prossima si voterà per l'elezione del sindaco. E poco più di un mesetto fa si è votato alle politiche. Naturale che il neo senatore pensi alla ragion di stato. Ma il fratello? che proprio ieri era a Salerno a far campagna elettorale, a dire che la città è diventata un'immondezzaio con tutti quei manifesti affissi anche dove non si potrebbe. E mentre parlava, parlava, parlava il neo ministro, un furgone Iveco, di quelli grossi, scassati, tappezzati di manifesti elettorali, con una marmitta nero pece girava, girava, girava a passo d'uomo nel traffico per dire: "Votate Verdi, per una città più pulita".

News Blog


 
 
eXTReMe Tracker

Pubblicato il 9/6/2006 alle 10.24 nella rubrica Strudel.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web