.
Annunci online

  Controcorrente [ " Se pur circondato non è ancora preso" ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


http://www.sat24.com/eu
Geert Wilders
ELISABETH SABADITSCH
Pro-Koeln
SIOE
Vlaams Belang
INTERNATIONAL FREE PRESS SOCETY
VIGILANT FREEDOM
CENTER FOR SECURITY POLICY
ACT ! FOR AMERICA
Wafa Sultan
http://www.englishdefenceleague.org/
Apostate of islam
Adriana Bolchini
Pietro Luigi Crasti
FORMER MUSLIMS UNITED
OSSERVATORIO DEL DIRITTO ITALIANO E INTERNAZIONALE
Fondazione Lepanto
ON.SOUAD SBAI
ON.FIAMMA NIRENSTEIN
ON.RICCARDO DE CORATO
ON.MARCO ZACCHERA
ControCorrente2
ControCorrente3
ControCorrente4
PressAgencyFreeLand
Movimiento Estudiantil Venezuela
Stop Ahmadinejad
FORT
Mefisto
Giornalaio
antibassolino
ArtisticaMente
Barbara di Salvo
Don Fortunato Di Noto
Edizioni Lindau: www.lindau.it
IL BERRETTO A SONAGLI
Tomari
Terror haza
Un posto nel mondo
KRITIKON
FOTOGRAMMA
ORSA MAGGIORE
Libera Cuba
Sarcastycon


CERCANO CASA
liberacuba
SANE
Non porgiamo l'altra guancia
300705
USCIRE DALL'ISLAM
A DESTRA
Against Terror
AURORA86
ANTIKOMUNISTA
australia
AUTOCERTIFICAZIONI
ANGELO ROSSI EMANUELE
America
Aqua
Autorità per le Garanzie.
ANTI-NO-GLOBAL
BBC-NEWS
BIETTI DAL 1870
BARLETTA LIBERALE
CONTROCORRENTE-2
CONTROCORRENTE-SATIRA
COSTITUZIONE ITALIANA E CORTE COSTITUZIONALE
COX & FORKUM
CAMERA DEI DEPUTATI
CALIMERO
CREONTE
Capperi
Censurarossa
Conservatori Italiani
CARLO MENEGANTE
Congressional Medal of Honor
DANIEL PIPES
DAW
D-DAY-NORMANDY
D-DAY-NORMANDY
D-DAY-NORMANDY
DEMOCRAZIA LIBERALE
DONNA IRAKENA
ENCUENTRO
EDICOLA GLOBALE
EROE DI PACE
EBRAISMO
Esperimento
FORZE LIBANESI
FORATTINI
FOX-NEWS
FREE IRAN -NEWS
FOIBE
FREE THOUGHTS
Grende
GIOVANNA GIACOMAZZI
Gaetano Saglimbeni
GOOGLE NEWS
GOOGLE
GODADO
GOVERNO ITALIANO
Gino
HURRICANE
il veliero
IO ESISTO
ITALIA SVEGLIATI
ITALIANS
IRANIANI
ITALIANI LIBERI
IL VELINO
Ideazione blog
Il Principe
IRAN-VA-JAHAN
IRAQ LIBERO
IRAQI VOICES
IRAK-PROVISIONAL -AUTHORITY
IL GIULIVO
IRANIAN
Krillix
KUWAIT ERA L'INFERNO
LIBERTA' DI PENSIERO
LIBERALI
L'asse CATTOLICO-COMUNISTA -ISLAMICO E LA CANCELLAZIONE DELL'OCCIDENTE IN EUROPA
LISISTRATA
LIBERO
Libertà per il Popolo Cubano
La Radice
Lilit
Libertà per il Popolo Tibetano
L'ISLAM CONTRO L'ITALIA
LIBERALI PER ISRAELE
LE COSE DA DIRE
LISISTRATA
LA ZANZARA DISPETTOSA
Liberi-Insieme
LAGER
Mai dire Blog

MIOCUGGINO
MICHAEL YON
MESSINA FORTIFICATA
MEDEA
MUSEIONLINE
MOVIMENTIAMOCI
Maralai
Marci
MONTAGNARD
NET FOR CUBA
Nilus
NESSIE
NON SOLO PAROLE
ORSA MAGGIORE
ORPHEUS
OLOKAUSTOS
Oggi
Puravita
PIANETA GULAG
PIER LUIGI BAGLIONI
PERICLES
PENSIERO LIBERO
Per Non Dimenticare le Vittime del Terrorismo
PULSE-24
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
PAGINE BIANCHE
politically-scorrect
QUOTIDIANI INTERNAZIONALI
REPRESSIONE A CUBA
Respublica
SCLERETTA
STORIA
ShockAndAwe
Sorvegliato Speciale
SUPPORT OUR TROOPS
STOP FGM
SUSSIDIARIO
SENATO
SANTA SEDE
SHOCKANDAWE
SALVARE L'ITALIA PRIMA CHE SCOMPAIA
SOLIDARIETA' ALLE DONNE IRANIANE
TREDICI MAGGIO
TRADUTTORE
Tea
TRE TIGRI
Tania Rocha
UN ITALIANO A CUBA
Unione per le Libertà
Una voce che urla nel deserto
UNIONE EUROPEA
Unione per le Libertà a Cuba
VIRUS IL GIORNALE ON LINE
VIRGILIO
VOCI DELL'IRAQ LIBERO
Victims of Saddam's Regime
Web Cam Times Square di New York
WEB CAM MOSCA
Web Cam Muro del Pianto Gerusalemme
Web Cam Mare delle Antille
Web-The Statue of Liberty
WEBCAM -TORONTO
YAHOO
YONI
1972


TORONTO WEB CAM
FAITHFREEDOM

POLIZIA DI STATO
CARABINIERI
GUARDIA DI FINANZA
Earth Cam Ground Zero
Sindacato Autonomo Polizia

cerca
letto 3969118 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 giugno 2006

Salvare l'Italia: come?

Salvare l'Italia: come?

di Ida Magli

Mi si chiede di dire, di fare qualcosa. Io posso ripetere, in maniera forse ancora più chiara (e più disperata) di quanto non abbia già fatto tante volte quello che nessuno vuole credere. L’Italia è perduta, l'Europa, con tutta la sua storia, la sua cultura, il suo pensiero, i suoi poeti, i suoi scrittori, la sua arte, la sua musica, i suoi figli, è perduta. Sono perdute perché questa era la meta che si erano prefissi coloro che hanno progettato l’Unione Europea. Distruggere l’Occidente (la cultura occidentale è quella dell’Europa d’Occidente) affinché si realizzasse sulla nostra terra lo scontro, e la vittoria (vittoria sicurissima) dell’Oriente musulmano contro l’America. Togliere di mezzo quindi quella specie di centro spartiacque che è stata sempre l’Italia e le nazioni dell’Europa d’Occidente, impiantandovi direttamente, fisicamente gli Arabi musulmani.
Vi prego di mettervi di fronte ad una carta geografica: l’Africa è già quasi completamente arabizzata razzialmente, in base alla procreazione, e culturalmente musulmana. Gheddafi guarda in silenzio, approvando, la definitiva “messa in ordine” delle popolazioni della costa mediterranea con le armi musulmane e l’instaurazione del Corano come unica legge. Dunque siamo circondati all’esterno; e invasi all’interno con il “venite, venite” dei Governanti e del Papa, il quale governa l’Italia con molta maggiore libertà (e servilissimo ossequio) di quando era il Capo dello Stato Pontificio. Si dice agli invasori che saranno subito cittadini (che importa se sono dei ladri entrati di nascosto in casa d’altri?), assistiti con i soldi degli Italiani, che viceversa dovranno pagare sempre maggiori tasse e sono perseguiti come criminali quando non le pagano. Sono state definitivamente ammesse a far parte dell’Unione, il che significa che potranno stabilirsi in Italia le loro popolazioni, l’Albania, la Bulgaria, la Turchia. E visto che tutto questo era previsto fin dall’inizio della costruzione europea, qualcuno ha forse ancora un dubbio su quale fosse lo scopo? Facendo l’Unione, non per mezzo di trattati con i singoli Stati ma fondandosi sulla barbara premessa del territorio geografico (barbara perché prima della cultura, della storia, insomma dei popoli) il problema Turchia esisteva fin dall’inizio, e si voleva che ci fosse. Vorrei ricordare a tutti, ancora una volta, che si può scegliere, nel giudicare i progettisti dell’Unione Europea, soltanto fra due alternative: o sono affetti da delirio (cosa che è successa innumerevoli volte nella storia e non serve a nulla accorgersene quando la catastrofe è già avvenuta) oppure sono dei consapevoli traditori dei loro popoli.
Guardando ai Turchi occupanti placidamente da tanti secoli la terra di Grecia, una volta Georg Hegel scattò con rabbia contro tutti i suoi discepoli ed amici che si interrogavano sconsolati come fosse potuta morire la cultura classica greca, gridando: ”Finitela! Sulla terra dove un tempo il sole splendeva sui Greci, adesso splende sui Turchi! Mettetevi l’anima in pace e non me ne parlate più.”
Sono i popoli che creano le culture, le lingue, le opere. Questi sono i fatti. E se nessuno si ribella a dei governanti, a dei politici che ritengono di poter cambiare le leggi della Natura (la cultura è la Natura assegnata alla Specie Umana in funzione della sua attività cerebrale), ebbene non c’è nient’altro che rassegnarsi ad aspettare la fine (che è prossima: si avvicina ogni giorno).
Qui si discute ancora (sulla stampa, in televisione, in Italia e fuori d’Italia) su musulmani buoni e musulmani radicali. Che importanza volete che abbia? Non sono geneticamente e culturalmente né italiani, né francesi, né tedeschi e così via: questa è l’unica cosa che conta. E dunque produrranno quello che è loro congeniale, perché è umano che sia così, è logico che sia così, perché non saprebbero né potrebbero, anche ammesso che lo volessero, creare la musica di Puccini o i Canti di Leopardi, o gli acquedotti dei Romani.
Guardateli, dunque, i paesi musulmani: sono paesi poveri perché Maometto li ha legati alla legge di Abramo, ossia ai costumi di pastori nomadi del 1850 avanti Cristo e per giunta obbligandoli a non cambiare nulla.
E a proposito del 1850 avanti Cristo, voglio avvertire coloro che mi leggono che l’ho scritto per disteso, senza l’abbreviazione consueta, perché verrà prestissimo il momento in cui, persa, come abbiamo già perso, qualsiasi capacità di predominio, i musulmani imporranno il calendario che parte dall’anno della egira (l'egira indica il giorno in cui Maometto insieme ai suoi si trasferì a Medina stringendo un patto con gli Arabi del luogo, episodio che è fissato dalla Tradizione al Settembre dell'anno 622 d.C. e che il califfo Omar stabilì come anno I dell'era musulmana) che è il loro, e giustamente i Cinesi adopreranno il loro, i Buddisti il loro e si dovrà quindi tener conto delle differenze come si fa attualmente con i fusi orari. I Cristiani, ammesso che i musulmani lo permettano, potranno adoperare il loro per l’anno liturgico, non per quello civile, quindi perderanno la visibilità storica. Qualcuno ha già pensato a come riscrivere i libri di storia?
Ho fatto soltanto un esempio della follia distruttiva dei politici che si sono voluti costruire un Impero di carta a tavolino; ma ho anche voluto dire a tutti coloro che mi esortano a fare qualcosa qual è esattamente la situazione.
I convegni, i "contiamoci", cari amici degli Italiani Liberi, li abbiamo fatti: a Roma il primo, il 29 Giugno 2002; il secondo a Milano, il 29 Giugno 2003. Tutto molto piacevole, molto simpatico, ma la realtà è tale che ha travolto, con una accelerazione che io stessa non avevo preveduto, qualsiasi programma. Qui occorrono (ammesso che ci sia ancora una possibilità) persone disposte a impegnare la propria vita, anche fisicamente, e capitali ingentissimi. Qualcuno che invece di comprare un quadro di Picasso, investa soltanto nell’amore per l’Italia. Occorre organizzare gruppi che stiano in piazza ogni giorno, che manifestino davanti ai palazzi del potere a Bruxelles, a Francoforte, a Roma, a Parigi, per tutte le decisioni che vengono prese contro la vita degli Italiani: territorio, densità della popolazione, trattati europei, immissione nelle scuole, tasse, lingua italiana, acquisto di immobili, mercati. Insomma è necessario un secondo Risorgimento.
Io ho già detto altre volte che posso pensare, progettare, scrivere, controllare che nessuno tradisca, che nessuno rubi, ma nient’altro. Ma anche per gli amici degli Italiani Liberi si tratta di una impresa impossibile.
Internet non aggrega. Fa circolare delle informazioni, ma prive di peso perché prive della fisicità. Occorrono grosse capacità organizzative: la Chiesa le avrebbe ma ha deciso di uccidere Gesù Cristo. Possiede enormi beni in immobili vuoti (privi di novizi), migliaia di giornaletti, rivistine, pubblicazioni stantie, inutili, vuote come gli immobili. Ripete migliaia di volte le stesse logore preghiere e le ripete insieme all’esortazione di Gesù: “Non ripetete parole”, perché lo tradisce imperturbabile da secoli, sicura che nessuno glielo rinfaccerà. Non viene forse tanta gente a Piazza S.Pietro? I Papi hanno imparato ad apprezzare la vita da star della televisione: è questo che conta.
Io ve lo assicuro, cari amici Italiani, non sono rassegnata a non far nulla. Ma tutto quello che era in mio potere fare, l’ho già fatto dal 1994, dall’anno di Maastricht ad oggi e non è accaduto nulla che cambiasse la situazione. Adesso, con tutti i Governanti d’Italia e d’Europa seduti al tavolo del loro Impero, con un Governo comunista che, per sua natura, è teso a un governo mondiale, contro le Nazioni, contro le Patrie, l’impresa richiede enormi forze economiche e politiche che io non riesco a vedere in nessun luogo. Perfino i piccoli movimenti e Partiti di destra, sia in Italia che in Germania e in Francia, sono talmente infiammati dall’odio contro l’America che preferiscono i musulmani. Il problema, lo ripeto, è sempre lo stesso: è l’Unione europea che vuole azzerare le singole identità nazionali per far sì che l’Oriente finalmente ne prenda possesso senza trovare resistenza.
Il meccanismo è lo stesso che si adopera per effettuare un trapianto d’organo: si abbassano fino alla soglia del non riconoscimento del corpo estraneo le difese immunitarie di cui la natura ha fornito ogni organismo. A quel punto il nuovo organo attecchisce o l’organismo muore. Per quanto riguarda l’organismo culturale, esso deve morire per forza.
Scrivete pure, cari amici, quello che volete. Ma di una cosa vi dovete convincere: bisogna agire subito, con grandi mezzi, organizzativi, economici, politici.
Noi non li possediamo.






permalink | inviato da il 23/6/2006 alle 22:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio        luglio


 

                                         
 



Non andare in giro dicendo
che il mondo ti deve dare da vivere.
Il mondo non ti deve dare nulla :
era lì prima che tu arrivassi.

 

 

ControCorrente

Movimento d'opinione
che si propone di premiare
dare fiducia a persone
e politici che siano
garanzia di moralità,
capacità e rispetto del
popolo elettore.
Sono garanzia di moralità,
capacità e rispetto del
popolo elettore:
 
 
Vota:Berlusconi,Angelilli

 
    
 

     

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Fiamma Nierenstein
 
 

No alla Ue




ORIANA FALLACI



Tribute to Reagan


 

 
 
I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare  altri

Noi cattolici diciamo  
si alla base americana
di  Vicenza

 






 

Vendere la RAI
con tutti i suoi parassiti.

Eliminare l'ente Provincia
che ha poche ragioni per
giustificare la sua esistenza
 e molte per suggerire
 lo scioglimento.


(IM)MORALISTI


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

        G.M.

 

Antonio Di Pietro salvò
i comunisti da tangentopoli.


 

 

Le bugie di Veltroni

 

 Le bugie di Prodi



 



 


    

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Veronica

 

 

 




 



Immigrati




 

Il comunismo è una
giusta distribuzione
della miseria.


 




L'assemblea parlamentare del
 Consiglio d'Europa
ha approvato il 25 gennaio 2006,
con 99 voti a favore e 42 contrari,
una risoluzione presentata dal deputato
svedese Goran Lindblad a
nome del PPE, che condanna
 i "crimini del comunismo" equiparando
il comunismo stesso al nazismo.
Anzi, considerando che nel rapporto
che accompagnava la proposta
di risoluzione, intitolata "Necessità di
una condanna internazionale dei
crimini del comunismo", si accredita
la cifra di quasi cento milioni di morti
 causati direttamente o
indirettamente dal comunismo,
quest'ultimo risulterebbe addirittura,
almeno come numero di vittime,
 di gran lunga peggiore del nazismo. 
 
 
METTERE FUORI LEGGE
I PARTITI COMUNISTI IN ITALIA,
come sono stati messi fuori legge
il partito fascista in Italia e
il partito nazional socialista in Germania.



 





Se li abbandonate i
bastardi siete voi


islam fuorilegge vìola
 i fondamentali diritti
degli uomini e delle donne.






islam in azione


 

Loading...      (GIF file  396KB)



 
 

 


 

 

VIDEO DONNA FRUSTATA IN SUDAN -

 

 










 


La resistenza non è mai esistita,
è solo frutto della propaganda
dei comunisti.
Indro Montanelli.

 



 
 
 
 
Gadgets powered by Google