.
Annunci online

  Controcorrente [ " Se pur circondato non è ancora preso" ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


http://www.sat24.com/eu
Geert Wilders
ELISABETH SABADITSCH
Pro-Koeln
SIOE
Vlaams Belang
INTERNATIONAL FREE PRESS SOCETY
VIGILANT FREEDOM
CENTER FOR SECURITY POLICY
ACT ! FOR AMERICA
Wafa Sultan
http://www.englishdefenceleague.org/
Apostate of islam
Adriana Bolchini
Pietro Luigi Crasti
FORMER MUSLIMS UNITED
OSSERVATORIO DEL DIRITTO ITALIANO E INTERNAZIONALE
Fondazione Lepanto
ON.SOUAD SBAI
ON.FIAMMA NIRENSTEIN
ON.RICCARDO DE CORATO
ON.MARCO ZACCHERA
ControCorrente2
ControCorrente3
ControCorrente4
PressAgencyFreeLand
Movimiento Estudiantil Venezuela
Stop Ahmadinejad
FORT
Mefisto
Giornalaio
antibassolino
ArtisticaMente
Barbara di Salvo
Don Fortunato Di Noto
Edizioni Lindau: www.lindau.it
IL BERRETTO A SONAGLI
Tomari
Terror haza
Un posto nel mondo
KRITIKON
FOTOGRAMMA
ORSA MAGGIORE
Libera Cuba
Sarcastycon


CERCANO CASA
liberacuba
SANE
Non porgiamo l'altra guancia
300705
USCIRE DALL'ISLAM
A DESTRA
Against Terror
AURORA86
ANTIKOMUNISTA
australia
AUTOCERTIFICAZIONI
ANGELO ROSSI EMANUELE
America
Aqua
Autorità per le Garanzie.
ANTI-NO-GLOBAL
BBC-NEWS
BIETTI DAL 1870
BARLETTA LIBERALE
CONTROCORRENTE-2
CONTROCORRENTE-SATIRA
COSTITUZIONE ITALIANA E CORTE COSTITUZIONALE
COX & FORKUM
CAMERA DEI DEPUTATI
CALIMERO
CREONTE
Capperi
Censurarossa
Conservatori Italiani
CARLO MENEGANTE
Congressional Medal of Honor
DANIEL PIPES
DAW
D-DAY-NORMANDY
D-DAY-NORMANDY
D-DAY-NORMANDY
DEMOCRAZIA LIBERALE
DONNA IRAKENA
ENCUENTRO
EDICOLA GLOBALE
EROE DI PACE
EBRAISMO
Esperimento
FORZE LIBANESI
FORATTINI
FOX-NEWS
FREE IRAN -NEWS
FOIBE
FREE THOUGHTS
Grende
GIOVANNA GIACOMAZZI
Gaetano Saglimbeni
GOOGLE NEWS
GOOGLE
GODADO
GOVERNO ITALIANO
Gino
HURRICANE
il veliero
IO ESISTO
ITALIA SVEGLIATI
ITALIANS
IRANIANI
ITALIANI LIBERI
IL VELINO
Ideazione blog
Il Principe
IRAN-VA-JAHAN
IRAQ LIBERO
IRAQI VOICES
IRAK-PROVISIONAL -AUTHORITY
IL GIULIVO
IRANIAN
Krillix
KUWAIT ERA L'INFERNO
LIBERTA' DI PENSIERO
LIBERALI
L'asse CATTOLICO-COMUNISTA -ISLAMICO E LA CANCELLAZIONE DELL'OCCIDENTE IN EUROPA
LISISTRATA
LIBERO
Libertà per il Popolo Cubano
La Radice
Lilit
Libertà per il Popolo Tibetano
L'ISLAM CONTRO L'ITALIA
LIBERALI PER ISRAELE
LE COSE DA DIRE
LISISTRATA
LA ZANZARA DISPETTOSA
Liberi-Insieme
LAGER
Mai dire Blog

MIOCUGGINO
MICHAEL YON
MESSINA FORTIFICATA
MEDEA
MUSEIONLINE
MOVIMENTIAMOCI
Maralai
Marci
MONTAGNARD
NET FOR CUBA
Nilus
NESSIE
NON SOLO PAROLE
ORSA MAGGIORE
ORPHEUS
OLOKAUSTOS
Oggi
Puravita
PIANETA GULAG
PIER LUIGI BAGLIONI
PERICLES
PENSIERO LIBERO
Per Non Dimenticare le Vittime del Terrorismo
PULSE-24
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
PAGINE BIANCHE
politically-scorrect
QUOTIDIANI INTERNAZIONALI
REPRESSIONE A CUBA
Respublica
SCLERETTA
STORIA
ShockAndAwe
Sorvegliato Speciale
SUPPORT OUR TROOPS
STOP FGM
SUSSIDIARIO
SENATO
SANTA SEDE
SHOCKANDAWE
SALVARE L'ITALIA PRIMA CHE SCOMPAIA
SOLIDARIETA' ALLE DONNE IRANIANE
TREDICI MAGGIO
TRADUTTORE
Tea
TRE TIGRI
Tania Rocha
UN ITALIANO A CUBA
Unione per le Libertà
Una voce che urla nel deserto
UNIONE EUROPEA
Unione per le Libertà a Cuba
VIRUS IL GIORNALE ON LINE
VIRGILIO
VOCI DELL'IRAQ LIBERO
Victims of Saddam's Regime
Web Cam Times Square di New York
WEB CAM MOSCA
Web Cam Muro del Pianto Gerusalemme
Web Cam Mare delle Antille
Web-The Statue of Liberty
WEBCAM -TORONTO
YAHOO
YONI
1972


TORONTO WEB CAM
FAITHFREEDOM

POLIZIA DI STATO
CARABINIERI
GUARDIA DI FINANZA
Earth Cam Ground Zero
Sindacato Autonomo Polizia

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


1 giugno 2003

L'UNICO MODO PER FARSI NOTARE

 
L'UNICO MODO PER FARSI NOTARE
 
 
 
 
DISORDINI BLACK BLOC A GINEVRA E LOSANNA
 Ginevra, 2 giu. -
 Gli scontri tra manifestanti anti-global hanno animato ieri l'apertura del summit del G8 ad Evian e, come era gia' accaduto a Genova, qualche centinaio di violenti ha messo a ferro e fuoco, per alcune ore, Ginevra e Losanna. Nonostante il cordone stretto attorno alla localita' termale (15km di area off limits per evitare che i manifestanti si avvicinassero a politici e delegati), alcuni contestatori hanno tentato di superare la barriera e provato a impedire ai delegati (a Evian sono giunti anche quelli di 12 Paesi emergenti) di prendere parte al vertice. E per quanto il tono delle manifestazioni fosse generalmente pacifico, alcune centinaia di facinorosi (i quali, esattamente come si era visto a Genova, si muovevano a gruppi di 30-50) hanno seminato panico e distruzione nelle strade delle citta' elvetiche. Gli scontri piu' violenti sono avvenuti a Losanna: con il volto coperto, i manifestanti hanno preso di mira la zona degli hotel dove alloggiano alcune delegazioni e bloccato le strade, dando fuoco alle barricate. La polizia ha risposto con i gas lacrimogeni per disperdere gli assalitori e circondato un accampamento alla sommita' della citta'. Negli scontri e' anche rimasto gravemente ferito un attivista, un britannico di 39 anni, che e' caduto da un cavalcavia alla periferia della citta', lungo l'autostrada Losanna-Ginevra. Sul drammatico incidente e' stata disposta un'inchiesta, ma dalla prima ricostruzione sembra che sia stato proprio un agente della polizia svizzera ad ammettere di aver tagliato inavvertitamente la fune con la quale il giovane si era calato, nel tentativo di appendere uno striscione. A Ginevra, decine di 'Black Bloc' hanno completamente distrutto un distributore di benzina della British Petroleum, mentre altri bloccavano il principale ponte della citta'.

 
 
 
Rissa tra Black bloc e Red skin .

Nella nottata di ieri c'è stata una rissa scoppiata al centro sociale L'Usine, che in questi giorni di G8 ospita il Media Center di Indymedia. 
La notte scorsa, secondo quanto riferiscono attivisti del movimento italiano, al centro era in corso una festa con musica dal vivo organizzata dai Red Skins, skinheads ma di estrema sinistra. Dopo aver devastato la città, alcuni gruppi di black bloc hanno fatto visita al centro sociale, approfittando della folla per cambiarsi d'abito ed evadere così i controlli della Polizia. A quel punto è scoppiata la rissa. 
 Raccontano fonti di movimento che i Red Skins, irritati dalla presenza 'abusiva' nel centro sociale, non ci hanno pensato due volte a pestare i casseurs. La situazione di disordine al centro sociale, all'interno del quale erano presenti anche alcuni attivisti italiani di Indymedia, ha provocato un'atmosfera di prolungata tensione anche nelle zone limitrofe, per esempio vicino alla casa delle associazioni, il punto dove si trovavano i Disobbedienti italiani. E come se ciò non bastasse alcuni gruppi di estrema destra si sono aggirati più volte sia davanti al centro sociale che davanti alla casa delle associazioni. 
 A quanto si apprende da fonti di movimento, al centro sociale la Polizia sarebbe arrivata solo alla fine della rissa. Non ne sono scaturiti disordini.
 
Ginevra, 1 giugno 2003

I manifestanti anti G8 sono riusciti a bloccare dall'alba a Ginevra quattro dei sei ponti sul lago di Lemam. Uno dei blocchi, sul ponte Lille, è stato attuato dai disobbedienti italiani. Gli altri tre sono bloccati rispettivamente, dai black bloc, dai pacifisti pink, e da manifestanti curdi, greci e polacchi. Obiettivo dei blocchi è intralciare il tragitto dei delegati al G8 di Evian. 
 Intanto, secondo le voci che circolano nel movimento, a Losanna, diversi gruppi di black bloc avrebbero messo a ferro e fuoco la città distruggendo vetrine e incendiando negozi.
G8.
 
 
Ginevra, 1 giugno 2003
 
Teppisti in azione stanotte nelle strade del centro di Ginevra: circa 300 persone, alcune delle quali indossavano passamontagna, hanno cominciato a demolire vetrine di vari negozi nel centro città, hanno riferito testimoni sul posto. 
       "Si muovono rapidamete, in gruppo. In tutto - ha confermato un portavoce della polizia locale - decine di negozi e sedi di attività commerciali sono stati gravemente dannegiati. Ci sono stati incendi e saccheggi. Le forze dell'ordine sono intervenute. Anche i pompieri giunti sul posto per spegnere le fiamme sono stati aggrediti", ha detto il portavoce della polizia Jacques Volery.
Gli incidenti sono scoppiati verso le 23.30 in diversi punti della città, a poche ore della manifestazione transfrontaliera degli anti-G8 in programma ad Annemasse (Francia) e Ginevra. Gruppi di 'casseurs' hanno frantumato le vetrine di numerosi negozi ed altre vetrate e saccheggiato vetture. 
 Nel mirino dei 'casseurs' anche l'Hotel de Ville (sede dell'esecutivo cantonale) e l'Hotel des finances, ha affermato un portavoce della polizia. Sarebbe stata data alle fiamme anche una pompa di benzina. 
   In un comunicato, la 'Maison des Association', punto di ritrovo degli altermondialisti ha preso le distanze da quelli che ha definito "stupidi comportamenti".
G8. Scontri tra manifestanti e polizia ad Annemasse
 
Annemasse, 31 maggio 2003
 
Alcune centinaia di giovani partiti dal villaggio allestito alla periferia di Annemasse in occasione del vertice del G8 in programma a Evian da domani,  si sono diretti verso il Centro congressi, con l'intento di  contestare lo svolgimento di un riunione organizzata dal partito socialista locale alla quale avrebbe dovuto partecipare anche Susan George, vice presidente dell'organizzazione non governativa Attac. Alla base di tutto c'è la decisione di Attac e altri moderati del movimento No Global di recarsi ad Evian domani per presentare un loro documento ai Grandi. Una mossa per niente digerita non solo dagli anarchici, ma anche dalle altre componenti più radicali del movimento antiglobalizzazione.
Ai manifestanti è stato impedito l'accesso e nel corso di alcuni tafferugli le vetrate del Centro congressi sono andate in frantumi. La polizia è intervenuta in forze per allontanare i manifestanti, ricorrendo anche ai gas lacrimogeni. I no-global si sono dispersi senza però abbandonare il posto.
Alcune persone che si apprestavano ad assistere alla tavola rotonda al Centro congressi hanno deplorato l'azione degli ultrà, che "non sanno ricorrere al dialogo" - hanno detto.
 
 
 




permalink | inviato da il 1/6/2003 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio        luglio


 

                                         
 



Non andare in giro dicendo
che il mondo ti deve dare da vivere.
Il mondo non ti deve dare nulla :
era lì prima che tu arrivassi.

 

 

ControCorrente

Movimento d'opinione
che si propone di premiare
dare fiducia a persone
e politici che siano
garanzia di moralità,
capacità e rispetto del
popolo elettore.
Sono garanzia di moralità,
capacità e rispetto del
popolo elettore:
 
 
Vota:Berlusconi,Angelilli

 
    
 

     

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Fiamma Nierenstein
 
 

No alla Ue




ORIANA FALLACI



Tribute to Reagan


 

 
 
I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare  altri

Noi cattolici diciamo  
si alla base americana
di  Vicenza

 






 

Vendere la RAI
con tutti i suoi parassiti.

Eliminare l'ente Provincia
che ha poche ragioni per
giustificare la sua esistenza
 e molte per suggerire
 lo scioglimento.


(IM)MORALISTI


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

        G.M.

 

Antonio Di Pietro salvò
i comunisti da tangentopoli.


 

 

Le bugie di Veltroni

 

 Le bugie di Prodi



 



 


    

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Veronica

 

 

 




 



Immigrati




 

Il comunismo è una
giusta distribuzione
della miseria.


 




L'assemblea parlamentare del
 Consiglio d'Europa
ha approvato il 25 gennaio 2006,
con 99 voti a favore e 42 contrari,
una risoluzione presentata dal deputato
svedese Goran Lindblad a
nome del PPE, che condanna
 i "crimini del comunismo" equiparando
il comunismo stesso al nazismo.
Anzi, considerando che nel rapporto
che accompagnava la proposta
di risoluzione, intitolata "Necessità di
una condanna internazionale dei
crimini del comunismo", si accredita
la cifra di quasi cento milioni di morti
 causati direttamente o
indirettamente dal comunismo,
quest'ultimo risulterebbe addirittura,
almeno come numero di vittime,
 di gran lunga peggiore del nazismo. 
 
 
METTERE FUORI LEGGE
I PARTITI COMUNISTI IN ITALIA,
come sono stati messi fuori legge
il partito fascista in Italia e
il partito nazional socialista in Germania.



 





Se li abbandonate i
bastardi siete voi


islam fuorilegge vìola
 i fondamentali diritti
degli uomini e delle donne.






islam in azione


 

Loading...      (GIF file  396KB)



 
 

 


 

 

VIDEO DONNA FRUSTATA IN SUDAN -

 

 










 


La resistenza non è mai esistita,
è solo frutto della propaganda
dei comunisti.
Indro Montanelli.

 



 
 
 
 
Gadgets powered by Google